Cos'è un NFT?

Cos’è un NFT?
NFT? Scommetto che hai sentito questa parola dai tuoi amici, dico bene?

Sei qui per il play 2 earn giusto? Bhe finalmente sei arrivato al cuore di questa accademia! Oggi imparerai tutto quello che ti serve per capire il fichissimo mondo degli NFT. Cominciamo!

Dunque, prendi un qualsiasi gioco classico, ad esempio Fortnite o GTA. Hai presente quel fortissimo fucile leggendario o la skin rara dell’auto? Ecco, essi hanno valore solo nel tuo account, ma non c’è modo di poterne trarre dei guadagni tramite, ad esempio un marketplace dedicato. Perché? Beh, perchè potenzialmente la tiratura è infinita e chiunque facendo lo stesso percorso in game o peggio, con un po’ di fortuna, può entrarne in possesso. Ciò che manca a questi item è una cosa molto semplice, cioè.. l’unicità.

Cos'è un NFT?
La scarsità, il segreto degli NFT

Qui arriviamo al concetto di “tiratura limitata”, unito a quello di proprietà certa e garantita della tecnologia blockchain. Dunque, gli NFT sono oggetti, o meglio token, Non Fungible Token; non fungibili, cioè unici e non duplicabili. Il fucile leggendario di cui parlavamo poco fa, su Fortnite, non è unico. Se fosse stato un pezzo unico senza “copie identiche”, potremmo definirlo un NFT, se poi inciso sulla Blockchain.

I bitcoin sono interscambiabili, gli euro anche, un dollaro è uguale a un altro dollaro: ma la mia automobile non è uguale alla tua, anche se dello stesso modello, avrà km totali diversi, un numero di telaio diverso, e altre caratteristiche uniche. Ha inoltre una proprietà certa, perché trascritta su un registro ufficiale di cui tutti ci fidiamo.

Gli NFT sono proprio questo: oggetti digitali, solitamente facenti parte di una collezione, a tiratura limitata e unici, non identici tra loro. Esempi di NFT sono le land di un play 2 earn.

Come si crea un NFT?

Molti marketplace come Opensea offrono la possibilità di creare il proprio NFT: è sufficiente un file digitale, come una semplice fotografia o un video. Da questo file, costituito da un codice binario come quello che abbiamo conosciuto in Matrix, è estratto un codice univoco chiamato hash, che sintetizza il binario in maniera certa. Questo codice è trascritto tramite uno smart contract sulla blockchain nella quale opera quell’oggetto digitale, insieme alla storia di quell’NFT, come il momento della sua nascita e le transazioni che lo hanno interessato.

Se ti rivolgi ad un marketplace come OpenSea e acquisti un NFT, quello che ricevi è la proprietà di uno smart contract che rappresenta quell’oggetto e, essendo questi dati riportati sulla blockchain, rendono assolutamente tuo quel token, pubblicamente, a conoscenza di tutti.

“Tiratura limitata”

Una delle informazioni trascritte nello smart contract è inoltre la tiraura di quel NFT, nonché il suo numero progressivo nella collezione, a riprova della sua unicità e della scarsità di quell’oggetto.

Così, ad esempio, se diamo un’occhiata a Tokentrove, marketplace per Guild of Guardians, possiamo vedere che un un eroe di GoG leggendario è valutato molto più di un raro, sia perché in game sarà molto più forte, sia perché il vantaggio nell’usarlo sarà sfruttabile da molti meno giocatori. Difatti di un leggendario ne esistono circa mille copie, mentre di un raro quasi ottomila, ad esempio.

nft
Ne voglio uno!

Se hai deciso di giocare un play 2 earn, quasi sicuramente dovrai procurarti qualche NFT come combattenti e terre! Niente di complicato, ormai sei un pro :D.

Dunque armati di Metamask, o un wallet compatibile con il tuo gioco, e recati nel marketplace dedicato, troverai tutte le informazioni sui social ufficiali di qualsiasi titolo p2e. Scambia le criptovalute necessarie per comprare quell’NFT e il gioco è fatto!

Continua a imparare