Cos'è Metamask?

Cos’è Metamask?
Metamask? Che roba è?

Semplicemente, Metamask è un hot wallet in grado di semplificare tantissimo l’utilizzo delle DApp, principalmente nel mondo Ethereum, ma non solo. Se non sai cos’è una DApp, torna all’episodio “Web 3.0” e non saltare mai più un articolo della scaletta 🙂 (minaccia del copywriter, lol).

Difatti Metamask, ci consente di interagire con la rete blockchain in una maniera davvero mai vista prima del 2016, anno in cui ha visto la luce.

Perché mi serve proprio Metamask?

Metamask è probabilmente il wallet più compatibile per operare sulla blockchain tendenzialmente Ethereum, ma non solo: hai trovato una land (un NFT) e hai deciso di acquistarla su OpenSea? Hai Ethereum e vuoi scambiarli in Uniswap per il tuo token preferito?

Sappi che sia Opensea che Uniswap sono esempi di DApp, ed entrambi si rivolgono a Metamask per interfacciarsi con gli utenti.

In entrambe, come in molte altre DApp, è presente un comando che consente di interrogare il browser per vedere se l’utente ha attivo un account Metamask e se lo ha aperto tramite l’estensione web. Se così fosse, immediatamente nella DApp che stai usando, apparirà una finestra sulla blockchain Ethereum, e tu potrai vedere il saldo dei tuoi ETH, token e NFT. Forte, eh?

Inoltre Metamask consente, tramite semplici click, di firmare operazioni e di autorizzarle, potendo, così, scambiare ETH e token per NFT o viceversa, oltre mettere in staking e di fare tutte le figate che la blockchain Ethereum consente.

metamask

Per quanto riguarda il Play 2 Earn su reti compatibili con Metamask, esso è fondamentale, perché consente al nostro gioco preferito di associare un wallet al nostro account: hai acquistato carte di Gods Unchained? Lo avrai fatto sicuramente tramite Metamask, e ora te le troverai nel tuo wallet. Collega il wallet al tuo account con i tutorial forniti dal gioco e voilà! Puoi battere il Dio avversario con le tue magie e creature preferite!

Ma Metamask è sicuro?

Dipende da te! Essendo un hot wallet, tecnicamente non è il più sicuro, e dovresti già sapere il perché: la chiave privata è potenzialmente esposta online. Metamask la genera quando crei il wallet insieme alla seed phrase e la conserva criptata sul tuo pc.

Potenzialmente un malintenzionato può invogliarti a cliccare determinati link o comunque installare un malware che, apportando modifiche al browser, drenerà i tuoi fondi a tua insaputa. Certo, è un’ipotesi abbastanza remota, il cui rischio si riduce di molto facendo la massima attenzione a cosa si clicca e alle autorizzazioni che si danno, ma il rischio c’è.

C’è, però, anche una buona notizia: vuoi una corazza a prova di bomba? Sappi che Metamask non è solo un wallet ma è anche un’interfaccia, che ti permette di operare sulla rete Ethereum e non solo.

Fa anche il caffè Metamask?

Questo no, però ha un’altra funzione bomba: consente infatti di cambiare da una chain all’altra, fornendo la possibilità di importare molte altre chain e di utilizzare l’una o l’altra con semplici click. Ti basterà cercare i dati esclusivi di quella chain, come il “chain ID”, ma approfondiremo il tutto in un documento dedicato. Ricorda: per poter essere importata su Metamask, una rete deve essere di tipo EVM, in parole povere possiamo dire compatibile con Ethereum. Alcune reti come Terra e Solana non lo sono, e richiedono portafogli dedicati.

Ora che hai un po’ più di dimestichezza con Metamask, puoi procedere con il prossimo documento! Vamos!

Continua a imparare